DEM - Direct Email Marketing

In senso lato qualunque e-mail inviata a un cliente (o cliente potenziale), può essere considerato e-mail marketing, solitamente si usa però questo termine per riferirsi all'invio di messaggi email per acquisire nuovi clienti, fidelizzarne altri, o convincere quelli precedenti ad acquistare subito qualcosa. Negli ultimi anni si sta ponendo una sempre maggiore attenzione all'integrazione dell'e-mail marketing con altri sistemi di gestione (es. CRM) e comunicazione (es. social media). L'evoluzione recente si sta concentrando sempre più sulla qualità del contatto (profilazione delle utenze, cura della customer satisfaction), rispetto agli invii massivi di posta che avevano caratterizzato l'e-mail marketing degli esordi.

Il direct email marketing è riconosciuto come uno dei metodi più efficaci, quando il mercato di riferimento è limitato ad un’area geografica o demografica relativamente piccola, per raggiungere i propri clienti, infatti, nonostante la validità di altre forme di marketing, solo con il DEM si può essere certi che il messaggio inviato, sia esso una newsletter o una offerta speciale, raggiunga il cliente.

"La panoramica di confronto tra i dati 2015 e 2017 non potrebbe essere più chiara. A fronte di campioni di email inviate di volume comparabile, le evidenze più rilevanti riguardano l’abbattimento del numero di messaggi non recapitati (-81,5% rispetto alla rilevazione precedente) e il raddoppio delle condivisioni social (+118%). 

  • Il bounce cala grazie al miglioramento delle tecnologie e dei sistemi di deliverability, nonché a una crescente attenzione alla pulizia delle liste. Nessun business può più permettersi di sprecare tempo ed energie nella creazione di campagne email che non siano in grado di raggiungere la casella dei destinatari. Miglior deliverability uguale maggior ROI. È semplicissimo.
  • I valori di aperture (totali e uniche) continuano a crescere a doppia cifra percentuale. Un buon risultato che si lega a doppio filo al crescente ricorso all’automazione nell’invio di email e, di riflesso, all’ottimizzazione di rilevanza e tempestività di ciascun messaggio. Sul mercato globale, le comunicazioni automatiche mostrano infatti una media di open rate più alta del 70,5% rispetto ai messaggi standard (dati Epsilon Email Institute).
  • I valori relativi ai clic (totali e unici) registrano incrementi rispetto agli anni precedenti, a dimostrazione che anche l’interesse e l’interazione con i contenuti sono cresciuti.
  • Il raddoppio nel numero di condivisioni social si pone in linea con la tendenza alla multicanalità già individuata. I messaggi email si fanno più duttili nell’integrare pulsanti di condivisione, inoltro e link ai canali extra-email, facilitando la condivisione dei contenuti in un’ottica cross-canale e cross-device."

da "Osservatorio Statistico 2016 - a cura di MailUp S.p.A.

Qu:Qo Comunicazione - DEM - Direct Email Marketing